Songtam Lodges: ritorno alle origini tra Cina e Tibet

21 ottobre 2016 / Travel

21 ottobre 2016 / Travel

Songtam Lodges: ritorno alle origini tra Cina e Tibet

Baima Dorjee dopo molti anni di assenza, nel 1999 tornò nella sua città natale per realizzare un documentario televisivo. Scoprendo che Shangri-La stava iniziando ad attirare l’attenzione dei turisti, decise di trasformare la sua vecchia casa di famiglia in una piccola pensione, certo che trovandosi a pochi passi dallo storico monastero di Songzanlin, avrebbe offerto alloggio ai visitatori. Ricostruendo la casa secondo le regole della tradizione tibetana, Baima coinvolse vari artigiani locali per la produzione di tutti i manufatti interni. Filosofia che mantenne ben salda anche per il personale impiegato, che da allora è sempre stato scelto tra le comunità dei villaggi confinanti.

Oggi il Songtsam Resort, con piena soddisfazione di Baima, è un Lodge a cinque stelle che insieme ad altri quattro Lodge (Benzilan, Deqin, Cizhong, e Tacheng) dislocati nel sud della Cina, tra Tibet e Yunnan, ospita turisti provenienti da tutto il mondo. Panorami incantevoli, comfort, mélange gastronomici tra cucina cinese e francese ed accoglienza personalizzata, sono gli elementi fondanti delle cinque strutture.

Le location, create nel pieno rispetto della cultura locale, perseguono i dogmi dell’ecoturismo ed ambiscono ad avvicinare gli ospiti a natura e tradizione. Infatti per i più coraggiosi, vengono organizzati trekking in montagna e rafting sul fiume, mentre per le famiglie tour estivi alla scoperta dei monumenti storici.

I Songtsam Resort conducono i viaggiatori in territori lontani dai grandi centri, lasciando in loro il ricordo di uno stile di vita affascinante e talvolta anche misterioso ai nostri occhi.

X
- Enter Your Location -
- or -
X
- Enter Your Location -
- or -