Takeo, la resilienza della carta

25 novembre 2016 / Design

25 novembre 2016 / Design

Takeo, la resilienza della carta

Resilienza è l’abilità di superare le avversità, di affrontare i fattori di rischio, di rialzarsi dopo una crisi, più forti e più ingegnosi di prima.
(Consuelo Casula)

Sottile e affilata, la carta si adagia strato dopo strato, accogliendo colori e parole, divenendo dimora di emozioni. Ha in sé la forza di resistere per tornare alla sua forma originaria e al contempo di dare corpo alle idee. È una percezione che appartiene ai distratti quella di considerarla “fragile”. Le sue fibre si flettono al sospiro veloce di una giovane donna immersa nella trama romantica di un libro, o un bambino che curioso di provare una matita per la prima volta, ne preme la superficie. La carta resiste al tempo, alle mani sinistre, ai cassetti impolverati. Con resilienza, persiste nella nostra vita.
E il taglio preciso di un foglio bianco si trasforma in un recinto di pensieri, un luogo misterioso, dove solo il coraggioso sa sporcarne il candore. Percezioni, colori, odori e suoni disegnano i contorni del mondo sottile di Takeo Co. azienda giapponese nata nel 1899 e in viaggio dal ‘65 con Takeo Paper Show, una mostra di opere d’arte di carta che lascia affascinanti al solo sguardo. Molti gli oggetti riprodotti: dai giochi optical, alle verdure, dalle architetture, alle città del futuro. Interpretazioni essenziali e fantasiose che trasmettono il potere intrinseco di un materiale al quale molti non rinunceranno mai.

 

 

Foto ©Takeo CO., LTD.
Design ‘Book of Tongue’ ©NOIZ ARCHITECTS

X
- Enter Your Location -
- or -
X
- Enter Your Location -
- or -